Audi Sport Quattro Concept al salone di Francoforte 2013

Audi Sport Quattro Concept al salone di Francoforte 2013

« Torna alla lista
04 Settembre 2013
-
Audi quattro concept

Audi Sport Quattro Concept, eccola la protagonista indiscussa del padiglione della casa di Ingolstad al salone di Francoforte, sarà svelato infatti il modello rivisitato e aggiornato della concept car presentata al salone di Parigi nel 2010.

460 cm. di lunghezza, 138 cm. di altezza, 196 di larghezza e un passo di 278 cm.

1850 kg di massa complessiva, batterie incluse.

V8 Biturbo 4.0 da 560 cv (lo stesso propulsore utilizzato per RS6) abbinato ad un propulsore elettrico da 150 cavalli che abbinati garantiscono una potenza massima di 700 CV, gli stessi della cugina Lamborghini Aventador, a differenza di quest'ultima però, i consumi saranno decisamente più bassi grazie anche alla possibilità di viaggiare per 50 km in modalità elettrico, riuscendo cosi ad ottenere un consumo di circa 2,5 lt/100 km.

Questi sono i numeri a corredo di una carrozzeria aggressiva, muscolosa e filante realizzata utilizzando acciai ad alta resistenza per la cella abitacolo, alluminio per le portiere e carbonio per tetto, cofano motore e portellone bagagliaio, il tutto coadiuvato da una trasmissione Tiprtonic a 8 rapporti che le consentono di staccare un tempo di 3,7 secondi sullo 0/100 km/h e di raggiungere una velocità massima di circa 305 km/h.

Impianto frenante Audi Ceramic e la rinnovata trazione quattro con differenziale centrale a corona e differenziale posteriore sportivo, abbinata alla tecnologia cylinder on demand con allo start & stop oltre alla presenza di tre modalità di guida, EV, Hybrid e Sport, selezionabili dal guidatore tramite i futuristici comandi della console, la rendono il massimo concentrato di tecnologia al momento presente per una vettura di casa Audi.

Non ci resta che attendere ulteriori sviluppi di quello che potrebbe rivelarsi un capolavoro assoluto.

Fonte immagini: Quattroruote.it / Autoblog.it

Commenta

Commenti

Ricerca in questa sezione

E.g., 22-02-2020
E.g., 22-02-2020