Audi Allroad Shooting Brake

Audi Allroad Shooting Brake

« Torna alla lista
Audi Allroad Shooting Brake

Ecco il prototipo che Audi ha deciso di svelare al salone di Detroit 2014, la Allroad Shooting Brake Concept, nuovo modello che si presume andrà ad ampliare la gamma Suv , segmento che da anni sta trainando il mercato auto soprattutto negli Stati Uniti.
Meccanica ibrida con trazione integrale e-tron quattro, combinazione che riesce a donare alla vettura ben 408 CV e 650 Nm di coppia, 820 Km di autonomia per un consumo medio stimato di meno di due litri/100 km ottenibile grazie alle varie modalità di guida disponibili.

Il propulsore classico è il ben noto 2.0 TFSi di Audi, in questo caso modificato per erogare ben 292 CV che è abbinato a due motori elettrici, un primo da 40 kW, integrato nel cambio S-tronic, che invia la potenza all'assale anteriore ed un secondo da 85 kW posizionato sull'asse posteriore, questo tris di assi riesce a garantire una velocità di punta di 250 km/h autolimitati ed uno scatto da 0 a 100 Km/h in circa 4,6 secondi.

Il design di base riprende le ultime concept uscite dagli uffici di Ingolstad, le forme ricordano quelle della concept audi sport quattro, ovviamente modificate e adattate per le forme di un crossover, e quelle della nuova TT vista nelle numerose foto spia, il tutto ovviamente modificato per accogliere la linea delle due porte lunghe, classica delle versioni shooting brake.

1600 Kg o quasi è il peso complessivo della vettura, ottenuto grazie all'utilizzo di una carrozzeria realizzata in alluminio e CFRP e da una discreta riduzione delle dimensioni, ben 18 cm. di lunghezza e 19 di altezza in meno rispetto alla sorella Q3, il tutto in 420 cm. di lunghezza e 251 di larghezza.

Gli interni, inclusa la strumentazione riprendono alcune delle linee della nuova TT MK3, come abbiamo potuto ammirare al CES 2014, il che potrebbe stare a significare che l'uscita sul mercato di questo concept potrebbe essere molto più vicina di quello che si pensa.

Commenta

Commenti

Ricerca in questa sezione

E.g., 07-08-2020
E.g., 07-08-2020