Campionato Italiano GT - A Monza con la safety car sfuma il primo posto in campionato italiano.

Campionato Italiano GT - A Monza con la safety car sfuma il primo posto in campionato italiano.

« Torna alla lista
09 Giugno 2014
-

 A Monza con la safety car sfuma il primo posto in campionato italiano
•   Marco Mapelli, Thomas Schoeffler conducono all'inizio ma terminano ottavi
•   Sesto posto per Dindo Capello ed Emanuele Zonzini, partiti in pole position

Monza – E' stato breve oggi il momento di gloria per le Audi R8 LMS ultra all'autodromo di Monza: non è bastato a Dindo Capello ed Emanuele Zonzini partire dalla pole position né a Marco Mapelli e Thomas Schoeffler stare al comando per otto giri per concludere in zona podio e difendere quindi le loro posizioni di vertice in campionato. Il brianzolo Mapelli al via era andato in testa davanti alla Lamborghini di Andrea Amici ed ha tenuto il comando fino a quando la più agile e leggera Gallardo lo ha scavalcato: la gara di entrambi è stata però 'azzoppata' dall'ingresso della safety-car e dal cambio pilota ritardato di un giro rispetto agli inseguitori. Schoeffler, subentrato a Mapelli, ha concluso all'ottavo posto. Il poleman Zonzini ad inizio corsa lottava strenuamente per la quarta posizione con le Porsche che hanno poi concluso prima e seconda: quelle di Gagliardini-Donativi e Beretta-Carboni. Con il cambio pilota, anche Capello si è ritrovato a cercare di rimontare sulle due vetture di Stoccarda rientrate in testa. Nel finale però l'astigiano, con la vettura non al top, ha ceduto anche alla Porsche di Babini-Bianco e si è trovato negli ultimi giri pure a fare a sportellate con la Ferrari di Ferrara-Magli alla curva di Lesmo avendo la peggio. Per Capello-Zonzini alla fine un sesto posto, che non converte in punti pesanti la pole della vigilia. E coi punti dei piazzamenti di oggi Mapelli e Schoeffler scivolano da primi a terzi in campionato, sia pure a soli sei punti dai nuovi leader Gagliardini-Donativi ed a tre da Carboni-Beretta.Capello e Zonzini hanno ora cinque punti da recuperare ai compagni di colori ed undici dai nuovi leader.

HANNO DETTO:

DINDO CAPELLO (pilota Audi R8 LMS ultra N.5): "Speravo davvero che col passare del tempo gli avversari sarebbero calati oggi, ma al contrario man mano passava il tempo avevo sempre più una vibrazione all'anteriore in frenata che non mi ha certo aiutato ad attaccare le Porsche quando eravamo in bagarre all'inizio del mio stint".
EMANUELE ZONZINI (pilota Audi R8 LMS ultra N.5): "Al via non ho voluto rischiare tutta la mia gara quando ci siamo avventati in tre insieme alla prima curva. Poi una volta dietro alle Porsche è stata molto dura, perché le loro macchine in accelerazione mi andavano via e non ho mai avuto la possibilità di arrivargli abbastanza vicino da attaccarli come avrei voluto fino al momento del pit-stop.".
MARCO MAPELLI (pilota Audi R8 LMS ultra N.6): "Al via sono scattato bene, spero che i tanti amici che erano qui a seguirmi per la gara di casa si siano divertiti poi a vedere la lotta con la Lamborghini. Nei primi giri la macchina non andava niente male, anche se una delle ventole di raffreddamento dei freni non funzionava e quindi non eravamo al 100%. Non siamo più al comando in classifica ma vogliamo rifarci sotto già al Mugello, dove non avremo più handicap in secondi".
THOMAS SCHÖFFLER (pilota Audi R8 LMS ultra N.6): "Purtroppo oggi abbiamo perso tante posizioni con la safety car ed in pit lane. Nel mio turno quando guidavo con pista sgombra la mia macchina andava abbastanza bene, ma ormai già a metà corsa purtroppo eravamo lontani dal podio ed il primo posto in campionato oggi è sfumato". 

Commenta

Commenti

    Ricerca in questa sezione

    E.g., 05-07-2020
    E.g., 05-07-2020